it de
sitemap






CHIESA DEI SS. NAZARIO E CELSO

Corzoneso


Edificio del XVII secolo che, della preesistente chiesa del 1211, conserva soltanto il muro della parete sud. Appoggiata alla facciata, a sinistra della porta d'ingresso, una piccola cappella completamente affrescata. La Madonna con Bambino, S. Rocco e S. Sebastiano sulla parete di fondo, gli Evangelisti sulle vele della volta e i santi Nazario e Celso sull'arco sono opera, per la somiglianza e per l'epoca, degli stessi autori della chiesa del Castello a Semione: i Tarilli.
All'interno della chiesa, la cappella della Madonna è ornata dagli stucchi di Gio Rezia da Porlezza e contiene nella nicchia una statua lignea dorata e policroma del secolo XVII. Sulla parete sud della sacrestia tre affreschi: a sinistra la Crocefissione e il sacramento della Confessione con cartiglio iscritto, a destra S. Vittore con la spada. La caratteristica cornice traforata che contorna la figura del santo, lo stesso tratto grafico, la linea di contorno dei personaggi della Crocefissione e infine l'analogia della figura di S. Vittore nelle chiese di S. Maria al Castello a Giornico, di S. Martino sui monti di Ditto e dell'oratorio di S. Bernardo a Monte Carasso, fanno attribuire questi affreschi ad uno stesso autore proveniente dalla bottega dei Seregnesi.
La chiesa è stata restaurata negli anni 1995-98. Sono pure stati restaurati gli affreschi di Carlo Biucchi (scene della vita di S. Nazario, XVIII secolo), coperti un tempo da tele di E. Ferrazzini ora esposte sulla controfacciata. 


torna all'elenco "monumenti e chiese"
 


Print